top of page

Benessere e settimana corta: da Microsoft a Luxottica, SACE, Lamborghini e Intesa San Paolo

Nel mondo in rapida evoluzione del lavoro, le aziende sono costantemente alla ricerca di strategie per migliorare la produttività e la soddisfazione dei dipendenti. Una di queste innovazioni, la settimana lavorativa di quattro giorni, è stata sperimentata da Microsoft in Giappone nel 2019, con risultati che hanno acceso un dibattito globale sul futuro del lavoro. E oggi finalmente arriva anche in Italia con casi virtuosi come Intesa San Paolo, SACE, Lamborghini, Luxottica e altre.


Risultati Sorprendenti: Aumento della Produttività e del Benessere

Il "Work-Life Choice Challenge", come è stato chiamato l'esperimento di Microsoft, non solo ha mirato a ridurre il numero di giorni lavorativi, ma anche a esplorare l'effetto di tale riduzione sulla produttività e sul benessere dei dipendenti. I risultati sono stati sorprendenti: Microsoft ha registrato un impressionante aumento del 40% nella produttività, misurato attraverso il confronto delle vendite per dipendente con lo stesso periodo dell'anno precedente.

Questa spettacolare crescita della produttività è stata attribuita a diversi fattori, tra cui riunioni più brevi e focalizzate, l'uso più efficace della tecnologia per la comunicazione e un maggiore impegno dei dipendenti, stimolato dalla prospettiva di un weekend più lungo. Inoltre, l'azienda ha notato una riduzione dei costi operativi, come l'elettricità e l'uso delle risorse di ufficio, e un significativo calo delle richieste di permessi per motivi di salute, suggerendo un miglioramento del benessere fisico e mentale dei dipendenti.


Feedback dei Dipendenti e Impatto sulla Cultura Aziendale

Il feedback raccolto dai dipendenti di Microsoft Giappone è stato in gran parte positivo. Molti hanno riferito di sentirsi più felici e più equilibrati tra vita professionale e personale, con più tempo da dedicare agli hobby, alla famiglia e al riposo. Questo cambiamento ha avuto anche un impatto significativo sulla cultura aziendale, promuovendo un ambiente di lavoro più flessibile e incentrato sul raggiungimento degli obiettivi piuttosto che sulle ore lavorative.

La sperimentazione ha dimostrato come una settimana lavorativa più corta possa incoraggiare i dipendenti a lavorare in modo più intelligente, utilizzando il loro tempo in modo più efficiente. Inoltre, ha evidenziato l'importanza della fiducia reciproca tra i lavoratori e la direzione, essenziale per il successo di tali iniziative innovative.


Considerazioni Future per l'Adozione a Livello Globale

I risultati positivi della sperimentazione di Microsoft hanno stimolato discussioni su come un approccio simile possa essere adottato in altre parti del mondo e in diversi settori. Tuttavia, l'adozione globale di una settimana lavorativa di quattro giorni presenta sfide, tra cui la necessità di adattare le misure di produttività, il ricalibramento delle aspettative dei clienti e la gestione del flusso

di lavoro in settori che richiedono una presenza costante.

Inoltre, esiste il rischio che, senza un'attenta pianificazione, la compressione del lavoro in meno giorni possa portare a una maggiore intensità lavorativa e stress per alcuni dipendenti. Pertanto, per le aziende interessate a esplorare questo modello, è cruciale un approccio personalizzato che consideri le specificità del settore, la cultura aziendale e le esigenze dei dipendenti.

La settimana corta permette un maggior equilibrio vita - lavoro. Leggi come "Lavorare meglio per generare benessere" coi consigli del nostro blog.



Cervello rilassato per meno stress lavorativo
Settimana corta e benessere

Casi virtuosi in italia

L'innovazione nel mondo del lavoro sta prendendo piede in Italia, con grandi aziende che sperimentano modelli lavorativi più flessibili senza ridurre la retribuzione dei dipendenti. Un esempio lampante di questa tendenza è la recente iniziativa di Luxottica, che ha introdotto la settimana lavorativa corta per i propri impiegati, una mossa che potrebbe ridefinire le norme del lavoro contemporaneo.

Luxottica, colosso italiano dell'ottica, ha lanciato un progetto pilota che prevede una settimana lavorativa da lunedì a giovedì per i propri dipendenti, mantenendo inalterata la retribuzione. Questa sperimentazione, che coinvolgerà circa 20.000 lavoratori mira a valutare la fattibilità di un'adozione su più ampia scala. Durante le venti settimane di prova, cinque venerdì saranno coperti dai permessi retribuiti dei dipendenti, mentre i rimanenti quindici saranno a carico dell'azienda. Questa iniziativa è ispirata dalla convinzione che un lavoratore felice sia più produttivo, riflettendo un nuovo modello di welfare aziendale in risposta ai cambiamenti della società.

Il caso di Luxottica non è isolato. Altre importanti realtà italiane, come Lamborghini e Intesa Sanpaolo, hanno intrapreso percorsi simili, proponendo settimane lavorative ridotte e un incremento dell'adozione dello smart working. In particolare, Lamborghini ha introdotto una settimana lavorativa di 33 ore e mezzo, alternando settimane di quattro e cinque giorni lavorativi, a seconda dei turni dei dipendenti. Intesa Sanpaolo, dal canto suo, ha proposto una settimana corta di quattro giorni con nove ore lavorative al giorno, aggiungendo fino a quattro mesi di smart working all'anno.

Anche Sace, società controllata dal Ministero dell'Economia e delle Finanze, si è mossa in questa direzione con il programma "Flex4Future". Eliminando i controlli sulle timbrature e promuovendo lo smart working illimitato, la compagnia ha introdotto la possibilità di lavorare quattro giorni a settimana su base volontaria, senza modifiche al trattamento economico dei dipendenti.

Queste sperimentazioni in Italia potrebbero segnare l'inizio di una nuova era del lavoro, dove la qualità della vita lavorativa è al centro delle politiche aziendali, promettendo un equilibrio più sostenibile tra vita professionale e personale.


In conclusione, l'esperimento di Microsoft in Giappone apre nuove prospettive sul futuro del lavoro, sottolineando come soluzioni innovative possano portare a una maggiore produttività e felicità sul posto di lavoro. Mentre il dibattito sull'adozione a livello globale continua, è chiaro che la settimana lavorativa di quattro giorni rappresenta una potenziale rivoluzione nel modo in cui pensiamo al lavoro e al suo impatto sulla nostra vita.


Vuoi sapere se la tua azienda rispetta il benessere dei lavoratori?

Prenota una call gratuita coi nostri esperti che ti aiuteranno a misurare il Corporate Wellbeing Index della tua organizzazione.

19 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentarios


bottom of page