top of page
  • Trainect

Sostenere il Benessere Emotivo dei Dipendenti in Azienda

La capacità di adattarsi al cambiamento è una delle principali competenze richieste nel mondo di oggi, sia nella sfera personale che lavorativa.

La pandemia ci ha messo bruscamente davanti ad una verità nota da tempo. Panta rei. Tutto scorre. Il cambiamento è una costante. I livelli di burnout durante e post pandemia sono schizzati a livelli mai visti. Così come problematiche legate alla salute mentale.

Nel mondo definito dagli esperti BANI, un mondo brittle (fragile), anxious (ansioso), non - linear (non lineare), incomprehensible (incomprensibile), sviluppare resilienza, capacità di adattamento e flessibilità permette di ridurre lo stress e mantenere un alto livello di benessere a 360°.

In questa intervista abbiamo avuto il piacere di confrontarci con Manuela Vellone Life Coach di Trainect per approfondire trucchi e suggerimenti su come affrontare il cambiamento e stare bene nel mondo di oggi:

  1. L'importanza della consapevolezza emotiva sul posto di lavoro

  2. Come mai il cambiamento può generare stress e malessere psico-fisico

  3. Strategie per gestire lo stress emotivo e favorire la resilienza

  4. Promuovere un clima di supporto e empatia tra i colleghi

  5. Fornire risorse e programmi di supporto per la gestione delle emozioni


L'importanza della consapevolezza emotiva sul posto di lavoro. Perchè oggi è così importante sapersi adattare?

Dopo la pandemia credo che sia diventato molto chiaro a tutti il concetto che tutto può cambiare, e magari anche all’improvviso. Oggi tutto intorno a noi è più veloce, oggi si sono aperte infinite nuove possibilità per ognuno di noi, penso semplicemente anche al mondo del lavoro e ai nuovi ruoli professionali che si creano nel digitale, nelle nuove tecnologie, nell’innovazione, nella sostenibilità. Insomma, rimanere fermi e immobili oggi significa rimanere ad occhi chiusi di fronte a questi cambiamenti e subirne passivamente le conseguenze. Senza contare che, molto più in generale, sapersi adattare e sapere sempre ripartire da nuove situazioni significa poterci arricchire e migliorare come individui.


Come mai il cambiamento può generare stress e malessere psico-fisico?

Innanzitutto, perchè il nostro cervello è programmato per la mera sopravvivenza e agisce in modalità “risparmio energetico”. Quindi per lui è molto più semplice continuare a fare le stesse cose, rimanere in contesti che conosce molto bene e difendersi da tutto ciò che è nuovo perché può essere potenzialmente pericoloso per noi. Fare scelte diverse e cambiare comporta molta più fatica ed energia. E poi cambiare significa passare da una situazione nota ad una situazione sconosciuta e questo genera in noi incertezza. Ed ecco che entrano in gioco tutte quelle nostre forze e resistenze interne per andare contro a questo cambiamento. Essendo legato alla sopravvivenza, dobbiamo pensare che i meccanismi di difesa possono essere a volte anche molto forti e causarci non solo stress ma anche malessere fisico.

Strategie per gestire lo stress emotivo e favorire la resilienza. Quali suggerimenti?

La prima cosa che dico sempre parlando di resistenza e paure di fronte al cambiamento è di provare a porci questa domanda:”Quanto davvero mi costa non cambiare? Cosa davvero rischio di perdermi?”

E poi non dobbiamo pensare sempre a cambiamenti drastici, enormi e repentini. Possiamo anche fare dei piccoli cambiamenti quotidiani/settimanali/mensili. Perchè in questo modo è come un allenamento vero e proprio: piano piano saremo sempre più abituati a cambiare.

E, infine, impariamo il vero contributo che può venire dalla visualizzazione. Se ci alleniamo, anche in questa pratica, a visualizzare cose e situazioni nuove che vorremmo avere nella nostra vita, è come se andassimo ad abituare il nostro cervello a queste cose nuove. E tenderà, così, a non identificarle più come qualcosa di sconosciuto da allontanare e da da combattere perchè ignoto e quindi potenzialmente pericoloso per noi, bensì risulteranno sempre più familiari e verranno meno tutti i meccanismi di difesa.

Ultimissima cosa: ricordate sempre che dobbiamo capire di essere noi i primi responsabili e attori protagonisti dei nostri cambiamenti, non possiamo nè dobbiamo aspettare che siano fattori o persone esterne a “salvarci”.


E' fondamentale creare un clima di Sicurezza Psicologica come prerequisito della cultura del benessere. Leggi i consigli pratici di Trainect per crearla nella tua azienda!


Cosa possono fare le aziende per supportare i lavoratori ad affrontare il cambiamento? Promuovere un clima di supporto e empatia tra i colleghi e fornire risorse e programmi di supporto per la gestione delle emozioni: consigli pratici.

Sicuramente affrontare questo tema, anche più e più volte con modalità differenti. Ma parlare di cosa è davvero il cambiamento e quanto sia normale avere paura e avere delle resistenze è il primo importantissimo passo, a mio avviso. Attraverso momenti di awareness, webinar, soluzioni tecnologiche come Trainect. Quindi, in modo più generale, essere davvero attente al tema dell’importanza del benessere psico-fisico delle proprie persone.

E poi dare strumenti/risorse che possano essere di supporto in queste fasi di grande cambiamento.


Vuoi supportare la tua azienda nell'affrontare il cambiamento e creare cultura del benessere?

Prenota una call gratuitamente coi nostri Wellbeing Designer che ti aiuteranno a capire le soluzioni migliori per la tua organizzazione.

66 visualizzazioni0 commenti

Comentarii


bottom of page