I benefici degli sport all’aria aperta.

Uno dei valori principali della nostra startup Trainect è proprio quello di organizzare

allenamenti outdoor, per godere delle location più belle, attraverso l’immersione nei

tantissimi parchi e spiagge offerti dal nostro paese.

Noi abbiamo organizzato moltissimi eventi outdoor di quasi tutte le discipline, oltre

ad un fatto estetico, all’allenamento all’aria aperta sono collegati diversi benefici

fisici e mentali. Di seguito i benefici principali

  • Happy - Migliora l’umore e l’autostima, grazie all’assimilazione di vitamina D dai raggi solari

  • No Stress – La natura è un calmante “naturale”

  • Energy – Respirare l’aria fresca ci fornisce una maggiore energia



Tra tutte le nostre discipline abbiamo individuate 3 sport outdoor collegati a 3 obiettivi principali e di seguito vi indicheremo degli esercizi da svolgere.

1. Obiettivo Rigenerazione: meditazione con la nostra insegnante Sophie Bellavoine


Istruzioni per un’esecuzione corretta: ci sono diversi tipi di meditazione, parleremo di mindfulness: è necessario assumere quindi una posizione comoda in un luogo tranquillo.

Come per ogni esercizio è necessario “allenarsi”: 5 minuti per iniziare vanno benissimo per poi arrivare a 10, 15, 30 e, perché no, 1 ora e più


Cadenza con cui ripetere l’attività: idealmente ogni giorno alla stessa ora.


Consigli per massimizzarne i benefici: perseveranza e regolarità senza fissarsi alcun obbiettivo.


Il momento della giornata più indicato per svolgerlo: dipende da persona a persona. Per me di prima mattina ma perché no la sera e con “l’allenamento” ogni momento e ogni luogo può essere idoneo.


Punti forza per fisico ed umore: concentrazione, calma, riduzione degli stati di ansia, riconversione con l’intuito

2. Obiettivo Elasticità: Viyasa Yoga, di nuovo con la nostra insegnante Sophie Bellavoine


Istruzioni per un’esecuzione corretta: Connettere respiro e movimento, non stare nella ricerca della performance ma nell’osservazione del proprio atteggiamento nelle posture (respiro e pensieri) cercare la comodità nella scomodità ovvero lasciare il corpo adattarsi alla postura. Praticare una meditazione in movimento e vivere la pratica come una metafora della vita in particolare nell’osservare il proprio atteggiamento nelle posture (tendo ad arrabbiarmi davanti alla difficoltà o a sfuggire, non riesco a star immobile e comodo ecc.)

Per quanto riguarda le ripetizioni dell'esercizio, non ci sono regole piuttosto numero di respiri in cui rimani nella stessa postura


Cadenza con cui ripetere l’attività: ogni volta possibile :) Insisto sempre sul fatto che la regolarità è più importante della frequenza. Meglio una volta a settimana sempre piuttosto che tre volte a settimana per un mese seguito da uno stop tre mesi per poi riprenderlo di nuovo. Ovviamente se si riescono a fare tre volte allo studio a settimana e ogni giorno qualche saluto al sole è un ottimo risultato.


Consigli per massimizzarne i benefici: disciplina, regolarità, determinazione, pazienza.


Il momento della giornata più indicato per svolgerlo: qualsiasi momento va bene ma la pratica va adattata a seconda del momento della giornata in cui viene svolta.


Punti forza per fisico ed umore: dal punto di vista fisico, costruisci una muscolatura profonda e guadagni molta forza, flessibilità ed equilibrio. Lo stesso avviene per l'aspetto mentale: impari anche a conoscere i tuoi punti di forza e di debolezza, ad accettarli e a migliorare la qualità della tua vita grazie a questa consapevolezza.


3. Obiettivo Endurance: Cross Training con la nostra insegnante Sara Jager


Istruzioni per un’esecuzione corretta: inteso come attività composta da movimenti funzionali e complementari, il CT è una disciplina caratterizzata dall’elevata intensità durante tutto il “wod”.

Essere seguiti, come in tutte le discipline, da un coach è la metodologia migliore per evitare infortuni per comprendere in pieno la tecnica e la modalità d’esecuzione di ogni singolo movimento. Una disciplina dove regna “ l’ignoto” . Il nostro corpo durante le sessioni CT viene preparato ad ogni abilità fisica, forza, resistenza, mobilità, ginnastica, pesistica, dallo spingere al remare, dal correre al sollevare…

Cadenza con cui ripetere l’attività: ogni sessione ha un obiettivo ben definito ( focus sui movimenti strict, focus sull’aumento della forza, focus sulla capacità aerobica, focus sulla stamina e così via) che ci aiuterà poi a raggiungere dei risultati in equilibrio con tutte le nostre capacità.


Consigli per massimizzarne i benefici: decidiamo noi che tipo di rapporto avere con il CT, se puro divertimento e sfogo potremmo limitarci a due, tre volte alla settimana e otterremmo comunque degli ottimi adattamenti fisici e metabolici, o praticarlo cinque giorni a settimana con due di recupero pe raggiungere un livello medio-alto che potrebbe portarci anche a competere.

Il momento della giornata più indicato per svolgerlo:non esiste un momento più o meno adatto della giornata per praticare CT ma consiglio sempre essendo un’attività eccitante per il nostro organismo, di evitare sessioni di allenamento ad orari della sera tardi.


Punti forza per fisico ed umore:il nostro corpo cambierà nel giro di qualche mese solo se abbinato ad una corretta alimentazione otterrete dei benefici fisici da far invidia a chiunque in quanto in ogni singola sessione coinvolgiamo tutto il corpo, inutile dire che la “ scocciatura” di dover suddividere i giorni della settimana con i vari gruppi muscolari da allenare non esisterà più e mentalmente saremo più liberi e soprattutto l’allenamento sarà sempre puro divertimento e non più un’agonia.


Autore: Sophie Bellevoine e Sara Jager

Allenati con noi!

32 visualizzazioni